Covid-19, Settore COMMERCIO: ristoranti e bar (comprese pizzerie anche al taglio)

Covid-19, Settore COMMERCIO: ristoranti e bar (comprese pizzerie anche al taglio)

AGGIORNAMENTO PER IL COMUNE DI ASCOLI PICENO: divieto di somministrazione, assistita e non, di alimenti e bevande, dalle ore 18:00 alle ore 06:00, per tutte le attività cittadine, con l’obbligo per i gestori, durante l’orario di apertura, di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro di cui all’allegato 1, lettera d) del DPCM 8/03/2020, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. Ordinanza dell’11/03/2020.

Sono consentite le attività di ristorazione e bar, comprese pizzerie, gastronomie e pizzerie d’asporto dalle ore 6.00 alle ore 18.00, con obbligo, a carico  del gestore, di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. In caso di violazione, la sanzione prevista è la sospensione dell’attività.

II limite orario dalle 6.00 alle 18.00 in cui sono consentite le attività di ristorazione e bar, comprese pizzerie, gastronomie e pizzerie d’asporto è riferito solo all’apertura al pubblico. L’attività potrà comunque proseguire negli orari di chiusura al pubblico mediante consegne a domicilio, da effettuarsi secondo modalità che non prevedano contatti che non rispettano la distanza droplet (è la distanza anti-contagio da mantenere con le persone per evitare di essere contagiato).

Sono consentite le attività commerciali diverse da ristorazione e bar a condizione che il gestore garantisca un accesso con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra i visitatori. In caso di violazione, la sanzione prevista è la sospensione dell’attività. In presenza di condizioni strutturali o organizzati ve che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, tali attività dovranno essere chiuse.

Articoli correlati

Condividi questa notizia: