SISMA, aggiornamenti normativi ordinanza n. 70 del 31/12/2018

SISMA, aggiornamenti normativi ordinanza n. 70 del 31/12/2018

Riportiamo alcuni aggiornamenti relativi al quadro normativo sul sisma:

1. LEGGE DI BILANCIO 2019

  • Comma 759 – ZFU Sisma Centro Italia: è modificata in più punti la disciplina relativa alla ZFU Sisma Centro Italia (recata dall’art. 46 del D.L. 50/2017) al fine di concedere le agevolazioni previste dalla normativa vigente anche alle imprese che intraprendono una nuova iniziativa economica all’interno della stessa zona entro il 31 dicembre 2019 (ad esclusione delle imprese operanti nel settore dell’edilizia e dell’impiantistica che alla data del 24 agosto 2016 non avevano la sede nei territori colpiti). La fruibilità delle agevolazioni viene conseguentemente estesa ai periodi di imposta 2019 e 2020, a valere sulle risorse stanziate dalla normativa vigente e non fruite dalle imprese beneficiarie.

Viene inoltre demandata all’INPS l’emanazione (entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione) di provvedimenti volti a disciplinare le modalità di restituzione dei contributi non dovuti dai soggetti beneficiari delle agevolazioni.

  • Comma 988 – proroga stato di emergenza fino al 31 dicembre 2019
  • Comma 990 – proroga della gestione commissariale fino al 31 dicembre 2020
  • Commi 991, 993-995 e 997-998 – proroghe dei termini
    • proroga al 1° giugno 2019 del termine per la ripresa dei versamenti dei tributi sospesi, nonché degli adempimenti e dei versamenti contributivi, nelle zone colpite dal sisma del Centro Italia del 2016, elevando a 120 il numero di rate in cui sono dilazionabili i versamenti (comma 991);
    • esenzione da IRPEF e IRES, fino alla definitiva ricostruzione e agibilità dei fabbricati e, comunque, fino all’anno di imposta 2020 (in luogo di quello relativo al 2018), del reddito dei fabbricati ubicati nelle zone colpite dagli eventi sismici del Centro Italia nel 2016 e 2017, ove distrutti o oggetto di sgombero in quanto inagibili (comma 993);
    • proroga  al 1° gennaio 2020 (in luogo del 1° gennaio 2019) della sospensione dei termini per la notifica delle cartelle di pagamento e per la riscossione delle somme risultanti dagli atti di accertamento esecutivo e delle somme accertate e a qualunque titolo dovute all’INPS, nonché per le attività esecutive da parte degli agenti della riscossione, e dei termini di prescrizione e decadenza relativi all’attività degli enti creditori, compresi quelli degli enti locali
    • esclusione dall’imposta per le insegne di esercizio di attività commerciali e di produzione di beni o servizi e della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, per le attività aventi sede legale o operativa nei territori colpiti dal sisma.

2. ORDINANZA DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO PER LA RICOSTRUZIONE N. 70 DEL 31/12/2018 (allegata): Sono stati prorogati al 31 dicembre 2019 i termini fissati per la presentazione delle domande di contributo previsti dall’ordinanza n. 13 del 9 gennaio 2017 “Misure per la riparazione, il ripristino e la ricostruzione di immobili ad uso produttivo distrutti o danneggiati e per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dagli eventi sismici del 24 agosto, 26 e 30 ottobre 2016” e dall’ordinanza n. 19 del 7 aprile 2017 “Misure per il ripristino con miglioramento sismico e la ricostruzione di immobili ad uso abitativo gravemente danneggiati o distrutti dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016”. Sono invece stati prorogati al 31 luglio 2019 i termini per la presentazione delle domande di contributo previsti dall’ordinanza n. 68 del 5 agosto 2018 “Misure per la delocalizzazione definitiva di immobili a uso agricolo e zootecnico distrutti o danneggiati dagli eventi sismici verificatisi nelle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria a far data dal 24 agosto 2016 e per la ripresa delle relative attività”.

Ordinanza n. 70 del 31/12/2018.

Articoli correlati

Condividi questa notizia: