INCENTIVI SETTORE AUTOTRASPORTO MERCI C/T, scadenza 15 aprile 2019

INCENTIVI SETTORE AUTOTRASPORTO MERCI C/T, scadenza 15 aprile 2019

Il Ministero dei Trasporti ha pubblicato il Decreto N°221 DEL 20 APRILE 2018 con il quale sono state definite le modalità per accedere ai contributi per gli investimenti delle aziende di autotrasporto per veicoli a basso impatto ambientale e destinati al trasporto intermodale attuati nel 2018. La domanda per accedere agli incentivi agli investimenti a favore delle imprese di autotrasporto può essere presentata telematicamente attraverso il portale www.ilportaledellautomobilista.it, a partire dal  30 luglio ed entro il 15 aprile 2019. 

Scadenza presentazione domande

15 APRILE 2019

Finalità

Favorire gli investimenti delle imprese di autotrasporto merci c/t per il rinnovo e l’adeguamento tecnologico del parco veicolare, per l’acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale, nonché per favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione fra le imprese del settore.

Beneficiari:

Imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, nonché le strutture societari risultanti dall’aggregazione di dette imprese, attive sul territorio italiano, regolarmente iscritte al Registro Elettronico Nazionale (R.E.N.) e all’Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi.

 Interventi ammissibili a contributo:

a) Acquisizione , anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG, ibrida (diesel/elettrico) e elettrica (full electric) nonché per l’acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli per il trasporto merci a motorizzazione termica in veicoli a trazione elettrica;

b) Radiazione per rottamazione di veicoli pesanti di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con contestuale acquisizione di veicoli nuovi di fabbrica conformi alla normativa euro VI di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate;

c) Acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO dotati di dispositivi innovativi volti a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica nonché per l’acquisizione di rimorchi e semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori a 7 tonnellate allestiti per trasporti in regime ATP, rispondenti a criteri avanzati di risparmio energetico e rispetto ambientale;

d) Acquisizione , anche mediante locazione finanziaria, di casse mobili e rimorchi o semirimorchi porta casse.

L’INVESTIMENTO DOVRA’ ESSERE PERFEZIONATO ALL’ATTO DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Entità dell’agevolazione

a) Euro 4.000,00 per ogni veicolo CNG e a motorizzazione ibrida e in euro 10.000,00 per ogni veicolo elettrico di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate fino a 7 tonnellate e in euro 20.000,00 per ogni veicolo elettrico superiore a 7 tonnellate;

b) Euro 8.000,00 per ogni veicolo a trazione alternativa ibrida (diesel/elettrico) e a metano CNG di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7 tonnellate fino a 16 tonnellate e euro 20.000,00;

c) Per l’acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli di massa complessiva pari a 3,5 tonnellate, il contributo è determinato nella misura del 40% dei costi ammissibili, comprensivi del dispositivo e dell’allestimento con un tetto massimo pari a 1.000 euro;

d) radiazione per rottamazione di veicoli di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con acquisizione di veicoli nuovi di fabbrica conformi alla normativa Euro VI di massa pari o superiore a 11,5 tonnellate. Contributo pari a Euro 5.000,00 per veicoli di massa compresa tra 11,5 e 16 tonnellate e di Euro 10.000,00 per veicoli di massa pari o superiore alle 16 tonnellate;

e) acquisizione di rimorchi e semirimorchi per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 595-5 e per il trasporto combinato marittimo rispondenti alla normativa IMO, dotati di almeno un dispositivo innovativo così come disciplinato dal bando all’art 1, nonché rimorchi e semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici di massa superiore a a 7 tonnellate allestiti per il trasporto in regime di ATP (merci deteriorabili).

Sono previste maggiorazioni delle soglie contributive in base a parametri dimensionali dell’impresa richiedente e alla combinazione dell’investimento programmato.

E’ ammessa anche la  locazione finanziaria dei cespiti.

Modalità di presentazione delle domande e relativa rendicontazione.

Procedura da attuarsi esclusivamente in modalità telematica sull’apposita piattaforma predisposta sul portale dell’automobilista.

Per ogni eventuale dubbio o chiarimento, costi e modalità del servizio:

Tel.0736/336402

e-mail: stefano.santini@confartigianato.apfm.it; info@confartigianato.apfm.it

Articoli correlati

Condividi questa notizia: