TOUR DEL DIGITALE, PRIMA TAPPA A PORTO SAN GIORGIO

TOUR DEL DIGITALE, PRIMA TAPPA A PORTO SAN GIORGIO

Confartigianato Imprese di Ascoli e Fermo, in collaborazione con l’Area innovazione e Servizi Digitali di Confartigianato Imprese Macerata, ha organizzato giovedì scorso presso l’Hotel David Palace di Porto San Giorgio la prima tappa del Tour del Digitale 2015 rivolto alle imprese del territorio.
Ma cos’è il Tour del Digitale? E’ un originale “Giro a tappe” dell’innovazione, un percorso di incontri “geolocalizzato”, che vede come partecipanti le piccole imprese del made in italy, gli artigiani, gli operatori del turismo e del commercio insieme a giovani ricercatori, imprese del territorio specializzate nelle tecnologie digitali, start-up innovative nel settore manifatturiero e dei servizi, insieme anche a consulenti di comunicazione e di marketing.

Incontri che servono a capire come competere al meglio oggi, dovendo assolutamente innovare in un mondo che va sempre più veloce, in modo interconnesso e globalizzato.

IMG 20150625 182501

Parafrasando un vecchio detto si potrebbe affermare che, con il Tour del Digitale, “se l’impresa non va a casa dell’innovazione, l’innovazione va a casa dell’impresa”.

Alla tappa di partenza, avente come tema “#competereoggi: strategie di innovazione digitale per il rilancio e lo sviluppo del business” ha dato il via il “colpo di pistola” di uno starter di eccezione, il Presidente della Camera di Commercio di Fermo, Graziano Di Battista.
Nel suo saluto il Presidente ha sottolineato l’importanza strategica dell’innovazione per tutte le imprese ma in particolare per le piccole, che sono parte fondamentale del tessuto economico del territorio.

Tecnologie digitali che permettono di dematerializzare, velocizzare e potenziare le comunicazioni anche nei rapporti con la pubblica amministrazione ma soprattutto verso il mercato. Le competenze di giovani formati e specializzati sono un’enorme opportunità per le imprese come dimostra il progetto di Unioncamere e Google “Eccellenze in Digitale”, a cui la Camera di Commercio di Fermo è stata tra le prime ad aderire in Italia, insieme a quella di Macerata, dimostrando lungimiranza e grande intuizione.
I primi frutti sono stati già colti con imprese eccellenti del made in italy promosse in modo efficace sulla rete e giovani che hanno potuto mostrare il loro valore ed iniziare una promettente attività lavorativa.

Il Presidente Di Battista ha segnalato infine la grande opportunità offerta dai fondi pubblici strutturali europei anch’essi in partenza e gestiti dalla Regione Marche, che in larghissima parte saranno indirizzati all’innovazione e alla digitalizzazione delle imprese.
Giuseppe Ripani, Responsabile Area Innovazione di Confartigianato, ha introdotto sinteticamente quelli che saranno via via i temi che il Tour toccherà nel suo lungo percorso, aiutato dall’intervento di quattro giovani ricercatori del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione – Università Politecnica delle Marche, Roberto Pierdicca, Mirco Sturari, Daniele Liciotti e Roberto Rosetti, coordinati da Emanuele Frontoni.

IMG 20150625 183000

Attraverso slides e filmati hanno mostrato le ricerche applicative che stanno conducendo sul futuro del digitale e che cambieranno il volto di tanti settori artigiani e manifatturieri, anche tradizionali, della distribuzione e logistica, dell’agricoltura, della fruizione dei beni culturali, del turismo, dell’assistenza agli anziani ed alle persone in difficoltà, della sanità.
Il futuro di un Made in Italy, autentico, tradizionale e digitale, sempre più orientata all’Internet delle cose ed alla tecnologia indossabile (Smart Wearable).
Massimo Gaspari di PC&Informatica ha posto l’accento sulla comunicazione d’impresa e sui linguaggi che devono essere adeguati ai nuovi strumenti di Web e social marketing, invitando anche fortemente le imprese ad investire sulla propria presenza consapevole, professionale ed organizzata sul web, non sporadica e dilettantistica quindi, integrando fortemente le tecnologie informatiche nel modello di business aziendale.
IMG 20150625 185157Emanuele Piersanti di Med Innovations, start-up innovativa del gruppo MED Store, ha mostrato un altro strumento digitale efficacissimo, le App per smartphone e tablet che permettono ad imprenditori, manager, tecnici e commerciali di portare sempre l’impresa con sé, nel palmo della propria mano, con dati, documenti, relazioni, contatti sempre aggiornati in tempo reale, con grande risparmio di tempi e di costi e con un’immagine vincente verso la propria clientela. Sono state in particolare illustrate App sviluppate per impiantisti e manutentori ed App realizzate per la valorizzazione e fruizione di percorsi e mete turistiche.
Se però non si ha la banda larga per accedere ad Internet, gran parte di queste opportunità decadono. L’Italia purtroppo è maglia nera in Europa per la disponibilità di questa infrastruttura strategica. Peggio di noi fa solo la Grecia.
Le Marche poi hanno in più la difficoltà di essere una regione bellissima ma piccola, in cui tanta popolazione ed anche tante imprese vivono ed operano nelle nostre splendide colline e valli, nelle centinaia di borghi non raggiunti dal servizio di accesso veloce ad internet.
Le grandi aziende di telecomunicazioni non hanno nessun interesse ad investire per portare connettività nei nostri luoghi.
Per fortuna un gruppo di piccole imprese, capitanate dalla ditta Fidoka di Sara Servili, impresa tecnologica artigiana, si è aggiudicato il bando regionale per la copertura pressochè totale in banda larga della Regione Marche, permettendo così a tutte le imprese, ovunque si trovino ed in totale libertà, di avere questo prezioso servizio mediante una piccolissima ed innocua antennina da mettere sopra a casa o sopra al capannone.
Grazie all’investimento pubblico fatto attraverso le provincie, ha spiegato Sara Servili, tutti possono avere l’accesso alla rete, a costi bassi e con alte velocità di download e soprattutto di upload che nessun sul mercato attualmente fornisce, con una grande flessibilità di offerta a misura di piccola impresa, di professionisti e di cittadini.
Inoltre Fidoka ha fatto di recente una convenzione per i soci Confartigianato che migliora ulteriormente i vantaggi economici per le imprese aderenti.
La rete WiMarche-Fidoka permette inoltre di fare anche comunicazioni telefoniche su internet, risparmiando sui costi aziendali per telefonia via cavo e comunicazioni verso i cellulari.

Il Tour del Digitale rappresenta insomma l’occasione per le piccole e piccolissime imprese, anche per quelle individuali, di poter conoscere l’ampia offerta di servizi professionali per il Digitale che Confartigianato ha pensato e creato proprio per loro.
Servizi che vengono forniti da una rete di imprese tecnologiche e del territorio molto preparate, con costi competitivi convenzionati.

Prossima tappa del Tour a S. Benedetto del Tronto, come ha annunciato in chiusura Giuseppe Ripani.

IMG 20150625 182418

Articoli correlati

Condividi questa notizia: