PEC Casella di Posta Elettronica Certificata e Comunicazione alla CCIAA, NUOVA scadenza per imprese individuali al 30 giugno 2013

PEC Casella di Posta Elettronica Certificata e Comunicazione alla CCIAA, NUOVA scadenza per imprese individuali al 30 giugno 2013

La presente comunicazione sostituisce la precedente diffusa in data 20/11/2012.
 

In riferimento alle precedenti comunicazioni riguardanti l’obbligo della PEC anche per le imprese individuali, vi informiamo che è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, ed è quindi entrata in vigore la legge n° 221 del 17 dicembre 2012 di conversione del D.L. 179/2012.

Evidenziamo, in particolare, che con la legge di conversione è stato anticipato al 30 giugno 2013 (art. 5) il termine entro il quale anche le imprese individuali devono comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) al Registro Imprese. Sono, inoltre confermate l’istituzione dell’INI-PEC, l’indice nazionale degli indirizzi PEC, che sarà pubblico ed accessibile sia dalla pubblica amministrazione, sia dalle imprese, sia dai cittadini, e l’introduzione dell’obbligo, nelle procedure concorsuali (art. 17), di utilizzo della PEC nelle comunicazioni tra curatore e creditori e nelle domande di ammissione al passivo da presentare al curatore.

Nel mese di gennaio 2014 gli associati riceveranno sulla propria PEC la comunicazione di Telecom Italia che li inviterà al pagamento, a valere per i 12 mesi successivi, dell’importo di 6,00 Euro più IVA mediante addebito su fattura della linea di rete fissa oppure pagamento tramite carta di credito on-line. Confermiamo che nessuna casella PEC sarà chiusa prima dell’arrivo della citata comunicazione da parte di Telecom Italia.

Ricordiamo a tutti gli utenti delle caselle PEC che la durata di conservazione dei messaggi è pari a 24 mesi dalla loro ricezione o dal loro invio e che è necessario, quindi, procedere autonomamente al download dei messaggi di interesse tramite l’apposita procedura documentata nel manuale disponibile online dall’interno della casella stessa.

Tutte le Imprese debbono comunicare al Registro delle Imprese della Camera di Commercio il proprio indirizzo di casella PEC – Posta Elettronica Certificata (l’obbligo per le neo imprese è dall’atto dell’iscrizione; invece tutte le imprese individuali attive e non soggette a procedure concorsuali sono tenute a depositare presso il registro delle imprese il proprio indirizzo Pec entro il 30 giugno 2013.

Nessun costo a titolo di imposta di bollo e di diritti di segreteria è dovuto.

Ricordiamo che la Confartigianato è a disposizione di tutte le imprese associate, comprese quelle di nuova costituzione per l’attivazione immediata di una PEC sul dominio: nome_azienda@ticertifica.it  

Per ottenere la propria casella di posta elettronica certificata basterà inviare all’Ufficio Soci il modulo qui allegato, compilato in ogni sua parte.

Se invece si è già in possesso della casella di Posta Elettronica Certificata, con Confartigianato è possibile comunicare GRATUITAMENTE l’indirizzo PEC alla Camera di Commercio grazie al servizio “Fare Impresa” (referente Annamaria Cataldi, tel. 0736.336402).

Per ogni informazione, la Confartigianato Imprese di Ascoli Piceno e Fermo offre assistenza al tel. 0736.336402 – email: info@contartigianato.apfm.it

TUTTI GLI ASSOCIATI, NON ANCORA IN POSSESSO DI UNA PEC, SONO INVITATI A RICOLGERSI CON LA MASSIMA CELERITA’ AGLI UFFICI CONFARTIGIANATO.

Caratteristiche tecniche della casella “nome.azienda@ticertifica.it“: 

Caratteristiche PEC 2013

Scarica il MODULO+PROCURA DA INVIARE AL FAX 0736.339635 (Allegare un Documento di Identità leggibile e Codice Fiscale del Titolare): pdfPEC_2012_Modulo__Procura.pdf

Articoli correlati

Condividi questa notizia: