SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI FINALIZZATI AL RISPARMIO ENERGETICO E ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA DI FONTI RINNOVABILI DA UTILIZZARE IN CONTESTI PRODUTTIVI

SOGGETTI BENEFICIARI:

  • Tutte le imprese regolarmente iscritte, che esercitano un’ attività economica identificata dai codici Ateco  2007 (Estrazione di minerali da cave e miniere, Attività manifatturiere, Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata, Fornitura di acqua, reti fognarie, Attività di gestione dei rifiuti e risanamento, Costruzioni, Servizi di informazione e comunicazione) ubicate nella Regione Marche.

INTERVENTI AMMESSI A CONTRIBUTO:

  • Introduzione di nuove tecnologie che favoriscono il risparmio energetico e/o l’uso razionale di energia con la riduzione dei consumi di energia elettrica e/o termica, a parità di produzione, anche con l’introduzione di nuovi processi tecnologici ivi compresa la cogenerazione
  • Introduzione di nuove tecnologie che incentivano la produzione per l’utilizzo diretto di energia tramite impianti alimentai da fonti rinnovabili

Le spese ammissibili, sostenute a partire dal 01/01/2011, al netto di IVA, non possono essere inferiore a € 20.000 e superiore a € 500.000, pertanto il contributo massimo concedile sarà di € 200.000.

Nessun aiuto può essere concesso agli investimenti necessari per la messa a norma di impianti  nuovi o esistenti.

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO:

Il contributo in conto capitale concesso è pari al 40%  della spesa riconosciuta ammissibile, e sarà erogato a lavori ultimati sulle spese effettivamente sostenute e documentate.

SPESE AMMISSIBILI                                                                                          

  • Acquisto di macchinari , attrezzature ed impianti nuovi di fabbrica e/o modifiche impiantistiche;
  • Opere edili e di allacciamento strettamente connesse e dimensionate ai macchinari ed alle attrezzature fino ad un massimo del 20% dell’investimento ammissibile;
  • Spese tecniche per progettazione e direzione dei lavori fio a un massimo del 7% dell’investimento ammissibile

Non sono ammissibili le spese sostenute per:

a)    beni utilizzati per attività diverse da quella per la quale l’impresa ha ottenuto l’iscrizione all’albo e ha presentato il progetto;

b)    beni non nuovi di fabbrica;

c)    macchinari installati presso stabilimenti diversi da quello indicato in domanda;

d)    beni autoprodotti e/o lavori effettuati in economia dall’impresa richiedente il contributo ovvero investimenti realizzati mediante commesse interne o oggetto di autofatturazione;

e)    beni che hanno usufruito di altre agevolazioni;

f)     acquisto di terreni, occupazione temporanea o espropri;

g)    prestazioni professionali eseguite per la manutenzione dei beni ammissibili;

h)    spese fatturate antecedentemente alla data di decorrenza di ammissibilità;

i)     spese fatturate da soggetti in rapporti di collegamento o di controllo  con l’impresa beneficiaria. Sono altresì escluse le spese fatturate all’impresa beneficiaria dal coniuge, da parenti o affini, entro il 3° grado, del legale rappresentante o dei soci dell’impresa stessa;

j)     imposte, spese notarili, interessi passivi, oneri accessori.

MODALITA’ E TEMPISTICHE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:

Le domande di partecipazione  dovranno essere presentate in forma cartacea e telematica entro e non oltre il 30 Luglio 2012 e saranno valutate in base ad un sistema di punteggio in termini di qualità progettuale e in termini di efficacia trasversale.

Per maggiori informazioni contattare i nostri uffici:

Articoli correlati

Condividi questa notizia: