CAMERA DI COMMERCIO: DIRITTO CAMERALE PER IL 2012

Il Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento per l’Impresa e l’Internazionalizzazione ha emanato la nota 255658 del 27 dicembre 2011 relativa alle misure del diritto annuale per l’anno 2012 dovuto alla Camere di Commercio.

Non essendo state evidenziate variazioni particolarmente significative di fabbisogno ed  in considerazione della perdurante difficile situazione economica e della disponibilità del sistema camerale di farsi carico dell’eventuale aumento del fabbisogno è stata confermata anche per il 2012 la misura del diritto annuale già prevista per il 2011 (contenuta nel decreto del 21 aprile 2011 v. Circ. 653/2011).

In particolare, si conferma che le imprese individuali iscritte o annotate nella sezione speciale del Registro delle Imprese versano un diritto in misura fissa di 88 euro mentre quelle iscritte nella sezione ordinaria del Registro delle Imprese versano un diritto in misura fissa di 200 euro.

Il mantenimento del diritto annuale già previsto per il 2011 non permetterà di coprire l’intero fabbisogno del Sistema camerale (stimato in circa 1.378 milioni di euro). Le CCIAA dovranno, pertanto, effettuare contenimenti della spesa per circa 62 milioni di euro, senza tuttavia ridurre le risorse destinate alla promozione e al sostegno delle imprese.

Articoli correlati

Condividi questa notizia: