STATI GENERALI DELLE COSTRUZIONI

CNA e Confartigianato sulla crisi dell’edilizia

Piano Casa, risparmio energetico e bonus energia, contrasto del lavoro nero. Cna e Confartigianato di Ascoli Piceno saranno a Roma, il primo dicembre, per testimoniare la presenza di un territorio, il Piceno appunto, che ha grandi potenzialità dal punto di vista delle costruzioni ma, come altre realtà e forse più di altri, sta subendo i fortissimi contraccolpi della crisi.

“Da un lato si sbandiera ai quattro venti – spiega Pasquale Parissi, presidente regionale e provinciale di Cna Costruzioni – quanto sia fondamentale il comparto delle costruzioni per la ripresa economica del territorio, dall’altra di agisce in maniera a dir poco incoerente. Il bonus energia, ad esempio. Nell’ultimo anno oltre quattromila famiglie del Piceno lo hanno utilizzato per opere di migliorie: in particolare infissi e impianti termici. La prosecuzione degli incentivi era stata addirittura messa in forse e solo nelle ultime settimane si è strappata una prosecuzione almeno per il 2011. E, come se non bastasse, un’altra norma costringe chi opera nel settore a rinunciare, anticipatamente, al 10 per cento dell’importo delle commesse per lavori di efficienza energetica, importo che le banche devono trattenere e accantonare. Non sono certo queste azioni che danno il senso di come si consideri strategico il settore”.

“Un altro tema caldo – aggiunge Francesco Silvi, presidente provinciale Confartigianato Edilizia – riguarda il sempre più massiccio assalto che le nostre imprese devono subire da operatori irregolari. Noi rappresentiamo costruttori qualificati che danno garanzia sia per quanto riguarda l’esecuzione dei lavori che per il rispetto delle norme di sicurezza. Secondo i dati in nostro possesso negli ultimi anni il fenomeno dell’abusivismo si è impennato, con punte di crescita superiori al venticinque per cento. La nostra è una battaglia per opere a regola d’arte, per la sicurezza e anche per far sì che non vengano sottratti soldi alle casse dello Stato da chi lavora in nero. I numeri testimoniano quanto la Confartigianato sia impegnata sul fronte della prevenzione: nel corso di quest’anno grazie ad un finanziamento regionale abbiamo realizzato e oltre 800 DVD dal titolo “Sicurezza da oggetto ad attori”, un video divulgativo in quattro lingue rivolto a edili ed impiantisti: le casistiche considerate a rischio sono state rappresentate con filmati e foto riportate nell’opuscolo che accompagna il supporto multimediale, mettendo in evidenza da un lato i comportamenti scorretti che generano pericolo e dall’altro le giuste procedure per compiere determinate mansioni. Inoltre, ben 700 corsisti, tra datori di lavoro, dipendenti e tutor hanno frequentato soltanto nel 2010 i corsi organizzati dal nostro ente accreditato di formazione, al UAPI Servizi srl”.

Articoli correlati

Condividi questa notizia: