DA CONFARTIGIANATO UN SEMINARIO TECNICO SUI TEMI DELL’AMBIENTE E DEL CREDITO GIOVEDÌ 18 AD ASCOLI PICENO

Confartigianato, nell’intento di informare le imprese sulle opportunità finanziarie, sui contributi e le agevolazione che favoriscono l’accesso al credito ed ambientali ha promosso un incontro per approfondire le possibilità attualmente presenti per le imprese e illustrare le scadenze inerenti gli adempimenti sui rifiuti e sulle emissioni previste con il nuovo sistema SISTRI.

L’incontro si svolgerà presso la sala riunioni della Confartigianato imprese di Ascoli Piceno in via del Commercio, 70 (tel. 0736.336402, 334/6402897).

Relativamente al credito verranno presentate le agevolazioni offerte tramite l’intervento della Cooperativa Kuferle che eroga a migliaia di imprese credito agevolato e convenzionato con il sistema bancario di Ascoli Piceno e Fermo, cosi come è in grado di fornire consulenze ed informazioni sugli strumenti finanziari attualmente esistenti anche tramite i fondi comunitari o le eleggi statali e regionali cosi come ad esempio i bandi su incentivi in termini di innovazione e di internazionalizzazione delle piccole imprese. Relativamente ai temi ambientali Confartigianato evidenzia che dopo diversi interventi le scadenze del SISTRI, del sistema di controllo e tracciabilità dei rifiuti sono state prorogate.

Un recente decreto del Ministero dell’Ambiente ha fissato i seguenti nuovi termini: entro il 30 novembre 2010 deve essere completata la fase di distribuzione dei dispositivi elettronici; dal 31 dicembre 2010 sarà operativo il nuovo sistema.  Non sono previste ulteriori proroghe.

“Il provvedimento – riferisce il direttore della Confartigianato, Guido Tarli – si è reso necessario per i forti ritardi nella consegna dei dispositivi che hanno costretto il Ministero, anche su sollecitazioni della Confartigianato, a prendere atto della oggettiva impossibilità di rispettare i termini precedentemente previsti”.

Dal 1° ottobre 2010 scatta comunque la fase di sperimentazione del sistema per le ditte che hanno già ricevuto i loro dispositivi, ma senza alcuna sanzione fino al 31 dicembre 2010. “Ciò significa che il semplice possesso del dispositivo non fa scattare obblighi di utilizzo del sistema SISTRI. Il trimestre di prova – sottolinea Moreno bruni, presidente della Confartigianato – , va inteso come propedeutico alla fase vera e propria di obbligatorietà, come tempo a disposizione per prepararsi alle nuove registrazioni (per reperire tutte le apparecchiature, per fare formazione all’uso del sistema..)”.

In questa fase quindi le aziende dovranno continuare a registrare i rifiuti sui tradizionali registri in formato cartaceo (che sono gli unici che valgono ai fini delle attività di controllo), mentre continuerà l’opera di iscrizione, di distribuzione delle chiavette USB, di formazione, di registrazione, in vista della data del 31 dicembre 2010, vera partenza del sistema SISTRI.

Articoli correlati

Condividi questa notizia: