CONFARTIGIANATO UAPI ELETTRICISTI

Nella Regione Marche il tasso di imprese artigiane è uno dei più alti d’Italia; si riscontrano per la maggior parte imprese di piccola entità. La categoria Confartigianato UAPI degli Impiantisti Elettricisti guidata da Guido Capriotti ha svolto da sempre un ruolo di primo piano per venire incontro alle esigenze delle piccole imprese artigiane e dar loro risposte immediate ed esaustive per risolvere piccole e grandi difficoltà. Su impulso della direzione Nazionale il gruppo ha avviato un dialogo costante e costruttivo con la Federcasalinghe, in particolare partecipando da protagonisti al “Mamma Day”. Tale collaborazione è mirata ad offrire alla clientela casalinga una professionalità affidabile, tariffe certe e senza sorprese: infatti tutti gli impiantisti-elettricisti aderenti si impegnano a rispettare un decalogo che definisce con puntualità modalità di intervento dietro un congruo compenso.

Nel corso del 2009 il gruppo ha favorito la partecipazione alla fiera Livinluce, riscuotendo un crescente entusiasmo da parte di tutti i partecipanti.

“Sul fronte della formazione – riferisce Guido Capriotti, presidente del gruppo provinciale di Ascoli Piceno e Fermo, presidente regionale Marche e membro nazionale di Confartigianato Elettricisti – abbiamo avviato una serie di corsi dedicati allo sviluppo della domotica applicata. In collaborazione con la Gewiss che ha sponsorizzato la manifestazione, abbiamo chiamato a  raccolta oltre duecento imprese che si sono dimostrate interessatissime a questa nuova forma di tecnologia e alle sue applicazioni pratiche. Nel corso degli incontri formativi – svolti anche in collaborazione con l’agenzia REL in particolare con l’appoggio del sig. Canalicchio – abbiamo fornito alle imprese tutte le informazioni necessarie volte ad ottenere il “Marchio E” di emanazione Confartigianato con tutte le direttive che lo contraddistinguono”.

La categoria, inoltre, si è distinta negli anni per aver svolto incontri a tema con alcuni rappresentanti esperti in vari settori e la stipula con diversi installatori di impianti di energie alternative.

“Inoltre – prosegue il presidente Capriotti – abbiamo avviato un’indagine sui consorzi interni a Confartigianato (SESCO), oltre ad incontri interlocutori con le istituzioni quali Camera di Commercio ed enti locali sui requisiti della professione, alla luce della normativa (in particolare sul D.M. 37/2008). Infine, attiveremo a breve uno spazio nel sito dell’associazione www.uapi.org rivolto elusivamente alla categoria: un forum per chiedere ed ottenere risposte immediate sulle problematiche più comuni, oltre ad un panorama esaustivo sulla normativa.”

Articoli correlati

Condividi questa notizia: