SISMA ABRUZZO: GLI ARTIGIANI DELLA RICOSTRUZIONE

Silvi –  Confartigianato UAPI Edilizia: sono numerosissime le imprese Ascolane coinvolte nella ricostruzione

Il dramma del sisma in Abruzzo dello scorso aprile ha mobilitato le istituzioni in una corsa contro il tempo per l’avvio dei cantieri e la prima riconsegna degli alloggi: procedura che si sta attuando con graduale sistematicità. A tale proposito, la Confartigianato Imprese UAPI, l’associazione a servizio delle imprese artigiane, commerciali e dell’autotrasporto delle province di Ascoli Piceno e Fermo, ha stimato un dato ancora non considerato dagli organi di stampa locali.

“Secondo alcune proiezioni basate su dati reali – riferisce il presidente della categoria Edilizia della Confartigianato UAPI, Francesco Silvi – possiamo stimare con ragionevole certezza che l’insieme delle imprese artigiane soprattutto edili, coinvolte nei cantieri della ricostruzione nell’aquilano e nel resto del comprensorio abruzzese (interventi di ristrutturazione vari, consulenze, lavori in generale ecc…) possano avvicinarsi alla cifra del 5% sul totale. Sappiamo che le imprese artigiane iscritte alla Camera di Commercio (dato aggregato di Ascoli Piceno e Fermo) sono oltre 14.200 e che ben 2.300 sono rappresentate da imprese edili. Traducendo in termini reali la stima del 5% iniziale, otteniamo oltre un centinaio di imprese edili impegnate nei lavori abruzzesi”.

“Si tratta – conclude Silvi – di un’opportunità importante per sperimentarsi mettendosi alla prova con l’impiego di tecnologie all’avanguardia, nel rispetto categorico dei tempi di consegna e  della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro”.

Gli artigiani del territorio interprovinciale di Ascoli Piceno e Fermo rappresentati dalla Confartigianato UAPI hanno già ricevuto negli ultimi anni una formazione strutturata sui temi delle energie alternative ed ecocompatibili nonché sulla domotica. Un’attività incessante quella della formazione professionale, che è portata avanti dalla categoria Edilizia della Confartigianato UAPI nella convinzione che l’accrescimento formativo sia essenziale per le imprese che vogliano porsi al passo con i tempi per vincere le sfide imposte dalla modernità.

Articoli correlati

Condividi questa notizia: