DECRETO LEGGE N. 112 DEL 2008: RASSEGNA DELLE DISPOSIZIONI DI CARATTERE FISCALE DI INTERESSE DELLE PICCOLE IMPRESE

DECRETO LEGGE N. 112 DEL 2008: RASSEGNA DELLE DISPOSIZIONI DI CARATTERE FISCALE DI INTERESSE DELLE PICCOLE IMPRESE

In allegato si trasmette uno schema con le disposizioni di carattere fiscale di interesse delle piccole imprese contenute nel decreto legge in oggetto.Oltre alle norme evidenziate nell’allegato documento, si segnalano, per vostra opportuna conoscenza, gli interventi in materia di:

  • Addizionale IRES per il settore energia (art. 81, c. 16 e seg.)

L’IRES ritorna al 33% (applicazione di una addizionale di 5,5%) per i soggetti, con un volume di ricavi superiore a 25 milioni di euro, che operano nei settori:

  • ricerca e coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi;
  • raffinazione petrolio, produzione o commercializzazione di benzine, petroli, gasoli per usi vari, oli lubrificanti e residuati, gas di petrolio liquefatto e gas naturale;
  • produzione o commercializzazione di energia elettrica.
  • Deducibilità interessi passivi per banche e assicurazioni (art. 82, c. 1 e seg.).

Gli interessi passivi sostenuti da banche ed assicurazione divengono deducibili dalla base imponibile IRES ed IRAP nella misura del 96% (attualmente tali componenti negativi erano interamente deducibili).

  • Stock option (art. 82, c. 23)

Abrogate le norme di favore in materia di stock option. L’assegnazione di azioni diviene soggetta ad Irpef secondo le regole ordinarie.

Vai all’approfondimento sul Decreto Legge 112/2008

pdfAllegato_2008.pdf

Articoli correlati

Condividi questa notizia: