AUTOTRASPORTO: CONFARTIGIANATO LANCIA L’ALLARME

Anche Confartigianato imprese Uapi, per voce del presidente Moreno Bruni, si associa al grido di allarme recentemente lanciato dal presidente della Categoria Trasporti Francesco del Boca.

Nel giro di cinque anni, a partire dal 2000, la categoria degli autotrasportatori ha subito un aumento del costo del gasolio pari al 34,4%. A ciò si deve aggiungere l’incremento dei costi per le coperture assicurative, lievitati del 31,2% e dei pedaggi autostradali, anche questi aumentati al 14,8%.

In totale, quindi, negli ultimi cinque anni, ogni azienda italiana di autotrasporto merci ha subito aumenti del 30,7% dei costi. Considerando che l’incidenza della componente fiscale sul prezzo del gasolio è pari al 60,5%, Del Boca ha sollecitato l’esecutivo ad intervenire per una riduzione delle accise sui prodotti petroliferi.

Anche il Presidente di Confartigianato Imprese Uapi che associa ormai oltre 1.200 imprese artigiane operanti nelle province di Ascoli Piceno e Fermo, auspica un deciso intervento a livello governativo, nonché una maggior considerazione della problematica anche a livello territoriale, affinché anche gli enti locali, soprattutto Regione e Provincia, mettano in campo provvedimenti idonei a sostegno della categoria autotrasporti.

Articoli correlati

Condividi questa notizia: