DALLA U.A.P.I. ALLA CONFARTIGIANATO UAPI

L’11 Novembre 2003 il presidente Moreno Bruni scrive al Presidente Nazionale della Confartigianato, Luciano Petracchi per chiedere l’adesione della UAPI alla Confederazione.

La sottoscritta Associazione, nella persona del suo Presidente Moreno Bruni, allo scopo autorizzato dal Consiglio direttivo in data 10 Novembre u.s.,  chiede di aderire alla Vs. Spett.le Confederazione.

[…] La provincia di Ascoli Piceno ha una notevole densità di imprese artigiane sul proprio territorio e l’associazionismo potrebbe essere notevolmente sviluppato se si pensa che le imprese aderenti complessivamente al sistema associativo in senso lato, non supera il 25% del totale delle imprese.

[…] L’Uapi si propone di  offrire ai Soci una consulenza, un’assistenza ed una informazione completa, competente, efficace e rapida utilizzando tutte le più aggiornate tecniche di comunicazione, mai, comunque prescindendo dal rapporto personale e diretto in cui più forte è l’opportunità di qualificare il proprio servizio e la possibilità di veicolare e valorizzare il valore aggiunto insito nelle competenze e nel ruolo stesso che il sindacato deve registrare.

Determinante ed essenziale sarà l’appartenenza della nostra Associazione con l’accredito della nuova struttura sia del livello nazionale che del livello regionale al “sistema “CONFARTIGIANATO” la cui storia e la cui azione presenta notevoli convergenze con il nostro progetto. […] Questa nuova Associazione, che è stata costituita in data 28 Giugno 2003, associa prevalentemente artigiani ma anche piccole imprese ed imprese commerciali, conta in soli quattro mesi di attività già n. 710 imprese associate. […]

                          

La risposta positiva giunge il 22 giugno 2004:

Articoli correlati

Condividi questa notizia: