Nuovo Bando ordinario Servizio civile, progetto ANCoS: "Orientati all'Assistenza: Volontari per le famiglie"

Nuovo Bando ordinario Servizio civile, progetto ANCoS: "Orientati all'Assistenza: Volontari per le famiglie"

Il Dipartimento ha pubblicato in data 20 agosto 2018 il Bando per la selezione di 53.363 volontari da impiegare nei progetti di Servizio Civile Universale (SCU) in Italia e all’estero, presentati dagli enti iscritti all’albo nazionale e agli albi regionali.

L’ANCoS è presente nel Bando con il progetto:
Orientati all’Assistenza: Volontari per le famiglie – Seconda Campagna Nazionale, con 45 volontari in altrettante sedi di attuazione.

Cos’è l’ANCos.

La domanda di partecipazione alla selezione e la relativa documentazione vanno inviate via PEC (nel caso in cui i candidati ne abbiano una propria), con raccomandata a/r oppure presentate a mano entro la data di scadenza fissata al 28 settembre 2018 (in caso di consegna a mano entro le ore 18:00).
Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione. Non fa dunque fede il timbro postale.Per tutte le informazioni inerenti i requisiti, il progetto e gli allegati da compilare, il link di riferimento è il seguente: https://www.ancos.it/content/bando-2018-la-selezione-dei-volontari-servizio-civile

 

Requisiti di ammissione: Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  1. cittadinanza italiana, ovvero di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra UE purché regolarmente soggiornante in Italia;
  2. aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  3. non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che:

  1. appartengono ai corpi militari e alle forze di polizia;
  2. abbiano già prestato o stiano prestando servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
  3. abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Non costituiscono cause ostative alla presentazione della domanda di servizio civile:

  • aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari;
  • aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo International Volunteering Opportunities for All. 

I volontari impegnati, nel periodo di vigenza del presente bando, nei progetti per l’attuazione del Programma europeo Garanzia Giovani possono presentare domanda ma, qualora fossero selezionati come idonei, potranno iniziare il servizio civile solo a condizione che si sia intanto naturalmente conclusa – secondo i tempi previsti e non a causa di interruzione da parte del giovane – l’esperienza di Garanzia Giovani.

Presentazione delle domande

Gli aspiranti volontari (d’ora in avanti “candidati”) dovranno produrre domanda di partecipazione ed indirizzarla all’ANCoS esclusivamente secondo le seguenti modalità:

  1. con Posta Elettronica Certificata (PEC) – art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;
  2. a mezzo “raccomandata A/R”;
  3. consegna a mano.

Pertanto tutti gli interessati dovranno inviare, entro e non oltre la suindicata scadenza, la domanda di ammissione corredata della relativa documentazione (vedi allegati) mediante raccomandata a/r (a mano o via PEC se intestata al candidato) al seguente indirizzo:

SEGRETERIA NAZIONALE ANCOS

Via di San Giovanni in Laterano, 152 – 00184 Roma

ancos@ticertifica.it (PEC)

Specificando nella busta la dicitura “Candidatura Servizio civile”

Per informazioni è possibile contattare i nostri uffici chiamando il numero 06/70374280-216 o inviando una e-mail all’indirizzo: serviziocivile.ancos@confartigianato.it

E’ possibile, inoltre, visionare le Risposte alle domande più frequenti sull’argomento (FAQ) (Link al sito del Servizio Civile. Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle sopra indicate e pervenute oltre i termini innanzi stabiliti non saranno prese in considerazione.

La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:

  • redatta secondo il modello riportato nell’Allegato 3 al presente bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso e avendo cura di indicare la sede per la quale si intende concorrere;
  • accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;
  • corredata dall’Allegato 4 relativo all’autocertificazione dei titoli posseduti; tale allegato può essere sostituito da un curriculum vitae reso sotto forma di autocertificazione ai sensi del DPR n. 445/2000, debitamente firmato;
  • corredata dall’Allegato 5 debitamente firmato relativo all’informativa “Privacy”, redatta ai sensi del Regolamento U.E. 679/2016;

I modelli di cui agli Allegati 3, 4 e 5 possono essere scaricati dal sito internet del Dipartimento www.serviziocivile.gov.it (sezione modulistica).

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile, da scegliere tra i progetti inseriti nel presente bando e tra quelli inseriti nei bandi delle Regioni e delle Province autonome contestualmente pubblicati. 

La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi innanzi citati, indipendentemente dalla circostanza che non si partecipi alle selezioni.

È causa di esclusione dalla selezione la mancata sottoscrizione della domanda e/o la presentazione fuori termine.

Non sono cause di esclusione in quanto è possibile procedere ad integrazione:

  • la mancata indicazione della sede per la quale si intende concorrere (sarà cura dell’ente provvedere a far integrare la domanda con l’indicazione della sede);
  • il mancato invio della fotocopia del documento di identità, ovvero la presentazione di una fotocopia di un documento di identità scaduto (sarà cura dell’ente provvedere a far integrare la domanda);
  • il mancato invio dall’autocertificazione dei titoli posseduti (Allegato 4) o del curriculum vitae (in tal caso l’ente procederà alla selezione senza tener conto dei titoli);
  • il mancato invio dell’informativa “Privacy” (Allegato 5) (sarà cura dell’ente provvedere ad acquisirla).

Laddove in fase di colloquio non fossero fornite le integrazioni relative al documento di identità e all’informativa “Privacy” il candidato è escluso dalla selezione.

 

Articoli correlati

Condividi questa notizia: